Alta Via della Valmalenco: dall’Alpe Musella al rifugio Marinelli Bombardieri

Partendo dai rifugi Musella e Mitta dell’alpe Musella è possibile raggiungere il Rif. Marinelli attraverso la variante che percorre l’intero asse dell Valle di Scerscen. Il primo tratto comporta una leggera perdita di quota fino all’imbocco del vallone vero e proprio dove, con un alterno saliscendi entro severe pareti di serpentinite, si perviene alle ex miniere di amianto. Attraversato l’impetuoso torrente (ponte) si prosegue sul versante opposto fino ai sedimi dell’antica Alpe Scerscen e da lì sino ai dossi montonati dove è ubicato il cimitero degli Alpini (qui si ricongiunge con il percorso base della variante Forcella d’Entova) Il percorso non ne prevede la visita, ma prosegue lungo il vallone fino al primo dei torrenti torrenti glaciali dove si incontra con la traccia proveniente dall’area carsica. Il percorso si sviluppa ora entro ampie distese detritiche con rada vegetazione superando altri tre ponti sino a raggiungere un lungo crinale morenico fino ad un terrazzo superiore dove si superano altri due torrenti per pervenire in breve al rifugio.

A Musella (2021 mt) | Vallone di Scerscen | Rif. Marinelli (2893 mt)



DIFFICOLTÀ ITINERARIO

E

Itinerario Escursionistico
Itinerario che si svolge su terreni di ogni genere, oppure su evidenti tracce su terreno vario (pascoli, pietraie, detriti), di solito con segnalazioni. Possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua dove, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppa a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate.
Può avere singoli passaggi, o tratti brevi su roccia, non esposti, non faticosi ne impegnativi, grazie alla presenza di attrezzature (cavi, scalette, pioli) che però non richiedono l’uso di equipaggiamento specifico (imbragatura, ecc).
Richiede un certo senso d’orientamento, una certa conoscenza ed e esperienza di ambiente alpino, allenamento alla camminata, calzature ed equipaggiamento adeguati.

ALTRE INFORMAZIONI:
Località di partenza: Alpe Musella
Quota massima: 2893 mt
Dislivello di salita: 870 mt
Tempo di salita: 5 h
Segnavia: 305 var.
Periodo consigliato: da giugno a ottobre
Particolarità: naturalistiche-paesaggistiche-storiche-geomineralogiche

VEDI TUTTE LE TAPPE DELL’ALTA VIA DELLA VALMALENCO:
Prima tappa: da Torre Santa Maria al rifugio Carlo Bosio
Seconda tappa: dal rifugio Carlo Bosio al rifugio Gerli-Porro
Terza tappa: dal rifugio Gerli-Porro a Chiareggio
Quarta tappa: da Chiareggio al rifugio Palù
Variante Quarta Tappa: dal rifugio Longoni al rifugio Marinelli Bombardieri
Quinta tappa: dal rifugio Palù al rifugio Marinelli Bombardieri
Variante Quinta tappa: dall’Alpe Musella al rifugio Marinelli Bombardieri
Sesta tappa: dal rifugio Marinelli Bombardieri al rifugio Bignami
Settima tappa: dal rifugio Roberto Bignami al rifugio Cristina
Ottava tappa: dal rifugio Cristina a Torre di Santa Maria

PIZZO BERNINAALTA VIA DELLA VALMALENCOSENTIERO ITALIA