Bivacco Biancadino

ga('create', 'UA-56121339-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');

Sorge a 2252 m. sul versante sinistro orografico della Val di Sacco, poco oltre il suo imbocco.

Gruppo Montuoso: Alpi Retiche Occidentali (Italia)
Valle: Val Grosina


DIFFICOLTÀ

[mks_highlight color=”#ffff66"]E – Itinerario Escursionistico[/[/mks_highlight]p>Itinerario che si svolge su terreni di ogni genere, oppure su evidenti tracce su terreno vario (pascoli, pietraie, detriti), di solito con segnalazioni. Possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua dove, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppa a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate. Può avere singoli passaggi, o tratti brevi su roccia, non esposti, non faticosi ne impegnativi, grazie alla presenza di attrezzature (cavi, scalette, pioli) che però non richiedono l’uso di equipaggiamento specifico (imbragatura, ecc). Richiede un certo senso d’orientamento, una certa conoscenza ed e esperienza di ambiente alpino, allenamento alla camminata, calzature ed equipaggiamento adeguati.

ALTRE INFORMAZIONI

Località di partenza: Località Fusino – strada della Val di Sacco loc. Dròsa.
Quota di partenza:  1203 m – 1366 m  |  Dislivello: 1280 m  |  Tempo di percorrenza: 3 ore e 30 minuti
Periodo di Apertura: mesi estivi previo contatto con la proprietà
Posti letto: 30 posti
Gestione:  Pro Loco o Comune di Grosio
Tel. +39 0342 847047 | +39 0342 845123

COME SI RAGGIUNGE

Il Rifugio Biancadino (m 2252) è situato presso l’omonima località situata a mezzacosta all’inizio della diramazione Occidentale della Valgrosina, sotto al Sasso Campana (m 2913), formata da un gruppo di baite e una piccola chiesetta. Qui viene celebrata la festa dell’Assunzione la domenica prima di Ferragosto. Viene gestito in estate da alcuni fabbriceri di Grosio (apertura a fine giugno, chiusura a fine settembre). Il bivacco è usufruibile tutto l’anno e presenta 7-8 posti letto con possibilità di utilizzo del gas. Biancadino è facilmente visibile già risalendo la Valgrosina verso Fusino ed è raggiungibile in circa tre d’ore, dalla diga sul bacino Roasco poco oltre Fusino, seguendo una strada carreggiabile. Dal bivacco è raggiungibile in un ora e un quarto il monte Alpisella (m 2756), dalla cui cima è possibile godere di una bella vista anche sulle altre vallate adiacenti. Il sentiero/traccia, che non è ben evidente lungo tutto il suo decorso, si imbocca verso sinistra al di sopra dell’alpeggio. Esso prosegue poi puntando verso la sella (m 2730), che si forma tra il Sasso Campana e il monte Alpisella. Raggiuntala si sale velocemente alla cima seguendo il crinale.
La strada che porta in Valgrosina si prende nel centro di Grosio (seguire indicazione per Fusino) e risale la costa con alcuni ampi tornanti attraversando l’abitato di Ravoledo. Giunti a San Giacomo (5km) la strada piega verso NO e si addentra nella Valle fino a raggiungere la località Fusino (8km, m 1203). Sulla sinistra della carreggiata è presente una piccola chiesa con un ampio parcheggio. Proprio di fronte alla chiesa lungo la carreggiata è anche situata la Locanda Valgrosina, punto di ristoro della valle, dove è possibile gustare piatti tipici locali. Lasciata l’auto prendiamo la strada asfaltata che prosegue in discesa fino a giungere ad un piccolo ponte situato tra la diga nuova e la vecchia. Sempre seguendo la strada asfaltata proseguiamo fino ad un incrocio, per poi prendere verso destra la strada sterrata che ci porterà sopra alla diga nuova fino ad incrociare una strada. Qui seguiremo la strada che sale ripida a sinistra, con indicazione Biancadino. Proseguiamo su una strada carreggiabile che con pendenze quasi sempre attorno al 15% risale la costa tra la vegetazione. La parte iniziale del percorso risale lungo la costa Orientale alternando tratti nel bosco a tratti panoramici sulla parte iniziale della Valgrosina orientale. Guadagnata un pò di quota la strada inizia a tagliare la costa con pendenze minori, portandosi via via verso la sponda occidentale del monte. Lungo il percorso incrontreremo un paio di deviazioni, ma basterà seguire le indicazioni “Biancadino” per non sbagliare. Un pò alla volta guadagnamo la sponda Occidentale e ci addentriamo via via a mezza costa nella vallata su pendenze ridotte che permettono di ammirare in tranquillità il paesaggio della Valgrosina Occidentale. Raggiungiamo quindi, passandovi a monte, le baite di Masuncel (m 1980) dove giunge la strada che sale dal fondovalle della Valgrosina occidentale ( Dosà, m 1360) attraverando alcuni maggenghi (Zocà, Fop) e attraversando tratti prativi e boschi di abeti. Questa può essere una potenziale alternativa che però, oltre a essere più ripida di quella proposta, non permette di godere scorsi su entrambe le vallate Grosine. La strada, sempre carreggiabile, riprende a procedere con alcuni tornanti distanziati tra loro a guadagnar quota superando i 2000mt. Superato un ultimo tornante panoramico sinistrorso pieghiamo definitivamente verso Ovest e verso il Sasso Campana che domina il pendio. In poco meno di un km giungiamo al bivacco Biancadino (m 2252), oltrepassando le varie baite e la graziosa chiesetta bianca di Biancadin dedicata a S. Antonio Abate, protettore degli animali, ed costriuta nell’anno 1946, come ci ricorda un’inscrizione posta sopra il portale. Il panorama è ampio: alla nostra sinistra (E) svettano in distanza oltre la valle i monti Serottini ed il monte Varadega con a fianco le cime dell’Adamello che spuntano oltre il passo del Mortirolo. Mentre in primo piano le cime di Redasco, il monte Fò e il monte Storile delimitano a Est la Valgrosina. Di fronte a noi (S) è ben visibile la valle Piana, delimitata a sinistra dal dosso Cornin (m 2775), al centro dalle cime di Gande Rosse (m 2830) a destra dalla cima di Sassumer (m 2840). Volgendo lo sguardo via via più a destra sono visibili le altre valli laterali meridionali, valle di Guinzana e di Pedruna, e le cime che segnano il confine della Valgrosina occidentale con la Svizzera. Punti di appoggio : Agriturismo Locanda Val Grosina. Solitamente aperto tutto l’anno, chiusura settimanale il Martedì. Indirizzo: Località Fusino a fianco al parcheggio auto. Città, provincia e CAP: GROSIO (SO) – 23033 Telefono: 335 6502735 – 347 2547853 Contattare la Pro Loco o la Biblioteca del Comune di Grosio, telefonando al numero 0342 845047.

Fonte: waltellina.com | Autore: G. Meneghello

TRAVERSATE
Rifugio Malghera | Rifugio non custodito Eita

ALPINISMO
Sasso Campana

Vedi tutti i bivacchi della Val Grosina »



0 Condivisioni