Bivacco Bottani-Cornaggia


Sorge a 2327 m. a monte dell’Alpe Visogno e ai piedi della Cima di Malvedello.

Gruppo Montuoso: Masino-Bregaglia (Italia)
Valle: Val Masino

DIFFICOLTÀ

[mks_highlight color=”#ffff66″]E – Itinerario Escursionistico [/mks_highlight]

Itinerario che si svolge su terreni di ogni genere, oppure su evidenti tracce su terreno vario (pascoli, pietraie, detriti), di solito con segnalazioni. Possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua dove, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppa a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate. Può avere singoli passaggi, o tratti brevi su roccia, non esposti, non faticosi ne impegnativi, grazie alla presenza di attrezzature (cavi, scalette, pioli) che però non richiedono l’uso di equipaggiamento specifico (imbragatura, ecc). Richiede un certo senso d’orientamento, una certa conoscenza ed e esperienza di ambiente alpino, allenamento alla camminata, calzature ed equipaggiamento adeguati.

ALTRE INFORMAZIONI

Località di partenza: Poira
Quota di partenza:  1077 m  |  Dislivello: 1260 m  |  Tempo di percorrenza: 3 ore
Periodo di Apertura: A richiesta
Posti letto: 9 posti
Gestione:  G.A.M. – Gruppo Aquile Morbegno
Tel. n.d.

COME SI RAGGIUNGE

Da Morbegno imboccare la strada per Dazio e Caspano che risale il versante aprico della Valtellina in questo punto noto come “Costiera dei Cech”. Seguire le indicazioni per Poira e raggiungere questo luogo di villeggiatura ove si lascia l’auto nei pressi della piccola chiesa. Seguendo le indicazioni imboccare un buon sentiero che attraverso il bosco sale sbucando alle baite di Pra Sücc 1647 m. Da qui si prosegue con direzione N, si traversa il torrente della valle soprastante Pra Sücc e si prosegue nella medesima direzione raggiungendo il terrazzo erboso dell’Alpe Visogno 2003 m. Si prosegue percorrendo il ripiano incontrando i cartelli che indicano la deviazione per il bivacco (sentiero n°3). Si piega allora un po’ verso NE e si sale per pendii assolati e riarsi andando a lambire un’ultima baita per poi proseguire fino al bivacco.
Fonte: rifugi-bivacchi.com

TRAVERSATE
Rifugio non custodito Primalpia | Rifugio non custodito Alessandro Volta

Vedi tutti i bivacchi della Valmasino »