Bivacco Rauzi

A poche decine di metri dalla vetta del Monte Disgrazia alla confluenza della sua cresta N (la Corda Molla) e la cresta SE proveniente dal rifugio Desio a quota 3640 metri.

Gruppo Montuoso: Masino – Bregaglia (Italia)
Valle: Val Masino – Valmalenco

DIFFICOLTÀ

PD

 
Salita Alpinistica poco difficile

Itinerario, con difficoltà alpinistiche fino al III grado e creste o pendii glaciali impegnativi. Inoltre richiede attrezzatura da arrampicata (corda, imbrago, rinvii, moschettoni, nuts e friends, eventuali chiodi, caschetto da roccia) e necessita di esperienza ed allenamento.

ALTRE INFORMAZIONI
Località di partenza: Rifugio Ponti
Quota di partenza:  2559 m  |  Dislivello: 1081 m  | Tempo di percorrenza: 4 ore
Periodo di Apertura: Sempre aperto
Posti letto: 9 posti
Gestione:  n.d.
Tel. n.d.



COME SI RAGGIUNGE
Dal rifugio Rifugio Ponti Cesare salire verso N, lungo i pendii che fiancheggiano a sin. la morena laterale del ghiacciaio di Preda Rossa. Dopo circa un’ora si può mettere piede sul ghiacciaio che si rimonta tenendosi sul suo lato sinistro costeggiando una verticale bastionata granitica. Il pendio acquista man mano ripidezza e poi sbuca nell’anfiteatro glaciale che adduce alla Sella di Pioda 3387 m. Dalla sella piegare verso dx; aggirando sul versante di Preda Rossa il primo risalto roccioso della cresta raggiungendo il filo a monte di esso tramite un canalino. Seguire ora il filo con tratti su roccia intervallati da altri su neve fino al grande testone roccioso del “cavallo di bronzo” che precede di poco la vetta. Tenendosi sul versante meridionale, ma presso la cresta si aggira il roccione e poi per facili roccette e neve si tocca la vetta. Canalone Schenatti: è possibile pure raggiungere la cresta WNW più o meno alla sua metà seguendo il canalone nevoso (Vittadini-Schenatti 1888) che si insinua fra la cresta e il crestone roccioso SW (via Baroni). Il canale ha pendenze attorno ai 40° (portare due ch. da ghiaccio e qualche nut; PD+). Via Baroni: qualora la via normale sia molto innevata può essere consigliabile seguire lo sperone della via Baroni che delimita a dx il canalone Schenatti. Si attacca lo sperone sul lato sin. se ne raggiunge il largo crinale e lo si percorre fino alla vetta (passi di II/II+; PD+).

VEDI TUTTI I BIVACCHI DELLA VALMALENCO »

MONTE DISGRAZIACORNA ROSSAPIZZO BERNINA