Ciaspolata al Munt de Sura

Percorso classico e quasi sempre battuto, che dal piazzale di Pescegallo porta sulla semplice e panoramica vetta del Munt de Sura (chiamato dai furest “Monte di Salmurano”). La vetta è quotata ma non nominata né su IGM né sulla Carta Tecnica Regionale Lombardia (sezione C3A5). Inoltre è molto frequentato dagli scialpinisti e dai (pochi) ciaspolatori.

Gruppo Montuoso:  Alpi Orobie Valtellinesi (Italia)
Valle: Val Gerola



DIFFICOLTÀ ITINERARIO

WT3

Itinerario Escursionistico impegnativo con ciaspole
Pendenza <25°. Nell’insieme poco o moderatamente pendente. Presenza di brevi passaggi ripidi.
Pericolo di scivolamenti corti non escluso. E’ necessario avere conoscenze di base nella valutazione del pericolo di valanghe.

ATTENZIONE: Nella parte finale del percorso è considerato come Itinerario Alpino con racchette – WT4 con brevi passaggi ripidi e/o traversate di versanti parzialmente comparsi di ricette e strati ghiacciati poveri di crepacci. In questo tracciato non sono esclusi i pericoli di scivolamento con rischio di ferimenti e/o di cadute esposte. E’ bene avere buone conoscenza di base dell’ambiente alpino ed avere una buona tecnica di progressione.

ALTRE INFORMAZIONI
Località di partenza: Parcheggio del Piazzale di Pescegallo
Località di arrivo: Munt de Sura
Dislivello: 700 m
Lunghezza percorso: 6,8 km
Tempo: 2 ore e 30 minuti
Ritorna al punto di partenza: SI
Particolarità:  naturalistiche – paesaggistiche
Punti appoggio: Lago di Pescegallo | Casera di Pescagallo Lago | Sponde rocciose del Monte Ponteranica | Munt de Sura

ITINERARIO

Dal parcheggio si sale in direzione del Lago di Pescegallo, percorrendo a piacere la stradina battuta, la traccia che risale sotto le casere della Scala (sul retro dell’albergo mezzaluna) per ricongiungersi alla stradina in prossimità delle casere, o il sentiero che sale nel bosco a monte dei condomini. Giunti alla casera di Pescegallo Lago (1800m) si prende la traccia che sale in diagonale sulla destra a tagliare un moderato pendio, puntando a un abete solitario. Giunti sui pianeggianti dossi soprastanti si prosegue in direzione sud, puntando la caratteristica piramide del monte Valletto, costeggiando le sponde rocciose del Monte Ponteranica. Giunti a piedi della cresta, si guadagna il filo con qualche tornante, quindi breve distanza in direzione ovest si trova l’elevazione del Munt de Sura. Attenzione alle cornici di neve in cresta, spesso molto sporgenti.

La discesa può essere effettuata dalla stessa via dell’andata.

Fonte: pescegallovalgerola.it

AVVISI DI SICUREZZA
L’escursione con le ciaspole può essere una disciplina sportiva rischiosa, che senza conoscenza specifica non bisogna praticare. Senza un completo e funzionante kit d’attrezzature di sicurezza (ARPVA), l’escursione con le ciaspole non è da intraprendere. Il maggiore pericolo di un’escursione con le ciaspole sono le valanghe. Osserva sempre l’attuale bollettino valanghe e meteorologico. Le tracce d’ascesa/discesa non sono un valido indizio per il reale rischio valanghe. In caso di emergenza il primo soccorso lo danno i propri compagni.

Di conseguenza non intraprendere mai un’escursione con le ciaspole in solitaria. Pianifica un’escursione con le ciaspole che corrisponde alle tue abilità. La maggior parte degli incidenti in montagna vengono causati dalla sovrastima delle proprie abilità. Informatevi sulle condizioni meteorologiche e sulle condizioni del percorso prima di partire. Le escursioni con le ciaspole richiedono passo fermo, assenza di vertigini, esperienza, condizione fisica. Le condizioni meteorologiche in alta montagna possono alterare velocemente, nebbia, pioggia, neve o semplici temporali possono all’improvviso divenire pericoli mortali. È importante preparare il proprio zaino con l’attrezzatura occorrente anzitempo perché così puoi controllare se l’attrezzatura è al completo. La tradizione alpina di partire la mattina presto per le escursioni con le ciaspole è un fattore determinante per la vostra sicurezza in montagna. Nel caso in cui programmiate di pernottare in montagna e proseguire in ciaspole l’indomani, prenotate la vostra sistemazione. Badate alle leggi locali, soprattutto quelle a riguardo della tutela ambientale. Vi pregiamo di restare sui sentieri indicati perché la natura è molto sensibile e camminando fuori dai sentieri segnati danneggiate la flora e di conseguenza anche la fauna. Gli amanti della montagna riportano sempre le proprie immondizie e le smaltiscono nei centri abitati sopratutto i mozziconi delle sigarette (!). L’uso di tutti i contenuti, indicazioni e delle informazioni di sentres è esclusivamente a proprio rischio. Gli itinerari, i dati GPS, la cartina e le foto servono prevalentemente all’illustrazione delle escursioni con le ciaspole, non danno alcun preavviso di probabili pericoli, ne sono direttive definitive da seguire durante l’escursione con le ciaspole. Nonostante l’accurata ricerca non possiamo garantire la correttezza e completezza dei contenuti. In caso d’emergenza ricordate che è fondamentale poter dare informazioni precise sulla propria posizione ai servizi di soccorso.
NUMERO D’EMERGENZA IN ITALIA: 118
LEGGI TUTTO

Per ulteriori informazioni:

Web: www.pescegallovalgerola.it
E-Mail:funivie@pescegallovalgerola.it

Una lista di articoli sulle Ciaspolate:





CIASPOLATEVAL GEROLAITINERARI