Diavolezza e Lagalb: sci alpinismo e freeride TOP

I comprensori della vicina Svizzera Engadina, che con il Corvatsch danno vita a un nuovo scenario alpino da favola, sono stazioni sciistiche per veri appassionati di montagna, eldorado di chi ama le avventure in neve fresca, e porta d’accesso per gli scialpinisti che hanno il sogno di esplorare il massiccio del Bernina, lontano da impianti e piste attrezzate. 4 notti al rifugio Berghaus Diavolezza a partire da 268 CHF, skipass e mezza pensione inclusi.

Nuove sfide per scialpinisti
La Diavolezza, glaciale, adrenalinica e mozzafiato, con le lingue dei ghiacciai del Pers e del Morteratsch che si intrecciano, è l’area sciistica dell’Alta Engadina che, da inizio inverno fino a tarda primavera, offre numerosi ed emozionanti itinerari di sci alpinismo per andare alla scoperta dei colossi del massiccio del Bernina. I più ambiziosi, da questo inverno, possono provare la Diavolezza Challenge: un nuovo percorso permanente e segnalato, lungo 4,5 km, che parte dalla stazione a valle della Diavolezza e arriva a monte, al rifugio ristorante Berghaus Diavolezza, seguendo un tracciato controllato, dentro e fuori la pista, di oltre 1000 metri di dislivello. Questo itinerario si presta alla perfezione come terreno di allenamento per escursionisti che praticano con passione lo sci alpinismo ma anche per i principianti. Inoltre grazie all’app Corvatsch Diavolezza Lagalb, scaricabile gratuitamente, si possono monitorare i tempi di allenamento, attivando il tracker prima di mettersi in pista. Il Diavolezza Challenge è aperto da metà gennaio a metà aprile 2018, secondo gli orari della funivia. I prezzi sono 22 CHF per gli adulti, 14,70 CHF per i ragazzi e 7,30 CHF per i bambini.

La Diavolezza offre altri e vari tour di sci alpinismo, di diversi livelli e commisurati alle capacità degli escursionisti. I più esperti possono cimentarsi nella salita alla vetta del Piz Palü (dislivello1000 m, tempo 4-5ore), mentre chi preferisce prendersela con più calma, può seguire i percorsi che conducono al Gemsfreiheit (dislivello 500 m, tempo 1.5 – 2.5 ore) o in Val Arlas (837 m). Per affrontare questi itinerari e molti altri ci si può affidare alle guide esperte della Scuola di Pontresina, garanzia di sicurezza e ottimi conoscitori del territorio. Ad esempio, con loro anche i meno esperti possono raggiungere il Piz Palü a 3900 metri. L’escursione è divisa in due giornate e costa 395 CHF a persona (in gruppi di minimo tre persone). Il primo giorno s’impara a camminare con i ramponi e a stare in cordata sul ghiacciaio del Morteratsch, il secondo, dopo la notte trascorsa alla Berghaus Diavolezza, si parte al mattino presto per il Piz Palü. La scuola di alpinismo di Pontresina organizza anche escursioni al Corvatsch e nelle montagne vicine. Per informazioni https://bergsteiger-pontresina.ch/winter/

Freeride da numeri uno 
Nello scenario alpino da favola dei comprensori di Corvatsch – Diavolezza e Lagalb, si avverano anche i sogni dei freeriders. Al Lagalb si può provare la discesa La Rösa, che scende lungo il versante meridionale, in direzione della Val Poschiavo e Valtellina. Si tratta di un itinerario non segnalato, da percorrere con la necessaria attrezzatura o in compagnia di una guida, che parte proprio dalla vetta del Lagalb (2893 m), raggiungibile in funivia, fino a riscendere a 1.965 metri. Un servizio navetta, attivo dal 24 febbraio all’8 aprile, riporta gli sciatori alla stazione di Lagalb alle ore 10 e 11.30, al prezzo di 15 CHF a persona. Da prenotare al numero +41 800 125 125. Un’altra esperienza indimenticabile, da fare in compagnia delle guide e adeguatamente attrezzati, è la discesa della Val Arlas, nel comprensorio della Diavolezza. Il bello è scendere da quota 2.973 a 2.136, fino a Alp Bondo Sur, immersi nella neve fresca e polverosa. Al Corvatsch, invece, la montagna Top of Engadin, non è un caso che ogni anno si diano appuntamento i migliori atleti del Freeride World Tour, per affrontarsi nell’Engadinsnow, una delle competizioni di sci fuori pista più storiche, che quest’anno si tiene nei giorni 2 e 3 febbraio 2018.

La sicurezza è un must
Presso le stazioni a monte di Corvatsch, Diavolezza e Lagalb si trovano gli ARVA & Freeride check-point per controllare il proprio apparecchio da ricerca in caso di valanga. Inoltre in tre punti del comprensorio ci sono apparecchi per il rilevamento di sciatori dotati del sistema valanghe Recco. Una interessante iniziativa legata alla sicurezza e al freeride è quella del Mystic Freeride Safety Camp, campi itineranti di due giorni ideati proprio per approfondire le tecniche di sicurezza da adottare nei fuoripista. La prima tappa di stagione si tiene al Corvatsch, nei mesi di gennaio o febbraio, condizioni neve permettendo. www.mysticfreeride.com.

Offerta Diavolezza Midweek Snow Special
Fino al 6 maggio 2018, un soggiorno di quattro pernottamenti alla Berghaus Diavolezza (da  domenica a giovedì), con colazioni a buffet e cene di 4 portate incluse (una a base di fonduta di formaggio), più 4 skipass giornalieri per sciare in tutta la regione Engadin St. Moritz e l’accesso alla vasca Jacuzzi esterna, costa a partire da 268 CHF a persona in camere per gruppi e da 577 CHF in camera da quattro o due persone. Le tasse di soggiorno sono incluse. Per informazioni e prenotazioni https://www.diavolezza.ch/it/berghaus/berghaus/pacchetti-inverno/midweek-snow-special/

Fonte: pr-partner.it | Foto: Engadinsnow © credits Engadinsnow.com

Per maggiori informazioni:
Corvatsch AG
Via dal Corvatsch 73
CH-7513 Silvaplana
tel. +41 (0)81 838 73 73
info@corvatsch.ch
www.corvatsch.ch/it
www.diavolezza.ch/it

Engadin St. Moritz Mountains AG
Via San Gian 30
CH-7500 St. Moritz
tel.+41 (0)81 830 00 00
media@mountains.ch
www.mountains.ch/it
www.engadin.stmoritz.ch/montagne