Il trekking delle Bregoline

L’itinerario delle Bregoline può essere considerato un vero e proprio trekking in quanto offre all’escursionista la possibilità di attraversare ambienti estremamente diversi e caratteristici nell’arco di poche ore di effettivo cammino.

Gruppo Montuoso:  Dolomiti Friulane (Italia)
Valle: Val Cimoliana – Val Settimana


DIFFICOLTÀ

[mks_highlight color=”#ffff66″]E – Itinerario Escursionistico[/mks_highlight]

Itinerario che si svolge su terreni di ogni genere, oppure su evidenti tracce su terreno vario (pascoli, pietraie, detriti), di solito con segnalazioni. Possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua dove, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppa a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate.
Può avere singoli passaggi, o tratti brevi su roccia, non esposti, non faticosi ne impegnativi, grazie alla presenza di attrezzature (cavi, scalette, pioli) che però non richiedono l’uso di equipaggiamento specifico (imbragatura, ecc).
Richiede un certo senso d’orientamento, una certa conoscenza ed e esperienza di ambiente alpino, allenamento alla camminata, calzature ed equipaggiamento adeguati.

ALTRE INFORMAZIONI

Località di partenza: Val Cimoliana – Pian Melùth (1163 m)
Località di arrivo: Val Settimana – Pont del Ciartèr (867 m)
Tempo: 9/10 ore
Peculiarità panoramiche: ampio panorama sul versante dolomitico del Parco
Peculiarità Botaniche: presenza di endemici flogistici
Peculiarità faunistiche: possibilità osservazione fauna alpina (Camosci, Marmotte e Gallo Cedrone)
Periodo consigliato: Da Giugno a Settembre.
Segnavia: CAI 370
Punto d’appoggio:  Casera Roncada, Casera Bregolina Grande, Casera Bregolina Piccola
Punti di interesse: Ghiaione di Sciol Mont, Forcella della lama (pozza d’acqua in forcella), Sciol de la stua (resti di una antica diga in pietra e legno), Forra di Cerosolin (forra naturale)

ITINERARIO

Dalla località Pian Melùth (nei pressi del Rifugio Pordenone, raggiungibile dall’abitato di Cimolais lungo la strada della Val Cimoliana) l’itinerario ha inizio imboccando l’ampia e ghiaiosa valle del Sciol de Mont. Il tracciato risale i ghiaioni della valle fino a piegare a destra (attraversamento del rio con acqua) e penetrare nel caratteristico bosco di abeti e larici della Roncada, frequentato dal gallo cedrone. Con una breve e meritevole deviazione (indicazione) si può raggiungere il pascolo dell’omonima Roncada (ricovero in legno, aperto) e proseguire a raggiungere la Forcella della Lama, eccezionale punto di osservazione paesaggistico (panorama dolomitico verso gli Spalti di Toro
Bregolina piccola ed i Monfalconi) e faunistico (finestra sulla prateria animata dalla presenza di marmotte e camosci). Superato un altipiano (Pian dela Casera Vescia) ed un’ultima forcella (Forcella Savalòns), dove è possibile osservare la fioritura tardo estiva dell’endemismo floristico genziana di Froelich, il sentiero scende in breve alla Casera Bregolina Grande (aperto vano ricovero). L’itinerario prosegue discendendo l’ampio pascolo ed il sottostante bosco d’abete fino a raggiungere ed attraversare un rio (Sciol dela Stua). Il sentiero, ora immerso nel bosco di faggio, oltrepassati altri rii, raggiunge il prato-pascolo di fondovalle (Pian Palàth) per riprendere poi a salire il versante opposto fino a
raggiungere i pascoli e la Casera Bregolina Piccola (aperto vano ricovero). Un ultimo tratto in salita conduce alla soprastante Forcella del Dof e riprende decisamente a scendere lungo il versante opposto nel bosco ricco di abeti e larici fino ad uscire al pascolo della Casera Col d’Aniei (ricovero spartano, aperto). Da qui il sentiero imbocca la valle del Rio Cerosolin, caratterizzata da una profonda forra, attraversando con moderata pendenza i ripidi versanti su una traccia scavata in roccia ed agevolata dalla presenza di passaggi in legno e pietra fino a raggiungere la Val Settimana (località Pont del Ciarter, parcheggio; da qui è possibile raggiungere Claut lungo la strada della Val Settimana).

Fonte: parcodolomitifriulane.it

SCARICA SCHEDA PERCORSO E MAPPA

Per ulteriori informazioni:

Web: www.parcodolomitifriulane.it
E-Mail:info@parcodolomitifriulane.it



10 Condivisioni