L’orientamento: come orientarsi con l’orologio?

Primo metodo con il Sole
Utilizzare un orologio con le lancette e disporlo orizzontalmente. Ruotare l’orologio fino a quando la lancetta delle ore punti verso il sole. La bisettrice dell’angolo formato dalla lancetta delle ore e le ore 12 indicherà la direzione del Sud: il Nord sarà dalla parte opposte. Fare sempre il calcolo considerando l’ora solare (quando è in vigore l’ora legale occorre togliere un’ora da quella segnata dall’orologio).

Secondo metodo con il Sole
Si mantenga un fiammifero o un filo d’erba verticalmente al centro dell’orologio che va tenuto in piano. Si orienti l’orologio fino a quando l’ombra proiettata dal fiammifero coincida con la lancetta delle ore. La direzione del Nord sarà individuata dalla bisettrice dell’angolo formato dalla lancetta delle ore con le ore 12. Fare sempre il calcolo considerando l’ora solare.

Uso dell’orologio con la Luna Piena: orientare la lancetta delle ore verso la Luna; la bisettrice dell’angolo formato dalla lancetta delle ore con le ore 12 indicherà il Sud, con la Luna al primo quarto: puntare la lancetta delle ore verso la Luna; la bisettrice formata fra la direzione della Luna e le ore 12 indicherà l’Ovest. Ruotando di 90° in senso orario (cioè 3 ore dopo quella che segna l’Ovest) si otterrà la direzione del Nord. Uso dell’orologio con la Luna all’ultimo quarto: posizionare l’orologio come detto nell’esempio precedente; la bisettrice formata fra la direzione della Luna e le ore 12 indicherà la direzione Est. Ruotando di 90° (cioè di 3 ore) in senso antiorario si ottiene Nord.

Fonte: Testo tratto dal vocabolario dell’orientamento naturale dell’opuscolo “Mi sono perso” di Frate Indovino