Rifugi Averau, Nuvolau, 5 Torri e lago di Limides: Escursione ad anello partendo dal passo Falzarego. | www.montagnenostre.net

Il giro del gruppo dell’AverauNuvolau e i monoliti delle Cinque Torri è senz’altro un’escursione tre le più appaganti nelle Dolomiti.

I vari giri che si possono intraprendere in questo gruppo sono davvero innumerevoli, sia per i più esperti sia per i meno allenati, infatti i punti d’accesso sono molti: sia per auto raggiungendo il Passo Giau o Falzarego o il rifugio Cinque Torri, sia tramite seggiovia, dal Passo Giau al rifugio Averau o da Cortina al rifugio Scoiattoli.

Di livelli di difficoltà ce ne sono diversi, si possono intraprendere vie ferrate salendo dal passo Giau alla Ra Gusela e successivamente alla ferrata dell’Averau, arrampicate varie, la classica palestra di roccia dei cortinesi alle Cinque Torri, varie escursioni che possono raggiungere anche i mille metri di dislivello oppure semplici passeggiate salendo appunto in seggiovia ai vari rifugi.

La vicinanza a Cortina e la facilità di raggiungere questi rifugi rende questi posti molto affollati soprattutto d’estate ma il panorama a 360 gradi che offrono sicuramente farà valere la pena di essere visitati.  

L’escursione che vi propongo oggi parte dal Passo Falzarego a quota 2117 metri e arriva al punto massimo al rifugio Nuvolau a quota 2575 metri passando al ritorno per il lago di Limides.

Il dislivello totale è di circa 700 metri ben distribuiti considerando i vari saliscendi.

La segnaletica dei vari sentieri vista la mole di turisti che richiama è ben segnata.

Lasciamo la macchina al parcheggio del passo Falzarego e prendiamo il sentiero CAI 441 che porta alla forcella Averau.

Il primo tratto di sentiero offre un panorama stupendo su tutto il Lagazuoi e le Tofane.

Dopo circa tre quarti d’ora di cammino arriviamo al primo bivio, tra il sentiero CAI 441 e il sentiero CAI 422, che portano entrambi alla forcella dell’Averau, solo che il 422 devia per Croda Negra, procediamo per il 441.

Una volta arrivati alla forcella Averau a quota 2435 metri il panorama si apre su tutti i principali gruppi Dolomitici tra cui la regina, La Marmolada.


Arrivati alla forcella Averau il sentiero si fa a dir poco spettacolare, si apre a pieno il panorama sulla Marmolada, sul Civetta, Le Pale di san Martino, il Gruppo del Sella, il Catinaccio, e in lontananza anche il Sasso Lungo.

Proseguiamo sempre per il fantastico sentiero CAI 441 che ci porta alla forcella Nuvolau a quota 2416 metri.

Qui comincia ad affollarsi di gitanti in quanto c’è l’arrivo della seggiovia dal passo Giau e più sotto l’arrivo della seggiovia da Cortina al rifugio Scoiattoli.

Alla forcella del Nuvolau è situato il rifugio Averau a quota 2413 metri.

Da qui si può salire al rifugio Nuvolau a quota 2575 metri per l’evidente sentiero. 


Una volta arrivati al rifugio Nuvolau si scende al rifugio Scoiattoli e Cinque Torri per ammirare da vicino le Cinque Torri.

Per tornare al passo Falzarego invece di tornare per la classica strada consiglio di risalire fino alla forcella Averau, da qui seguire le indicazioni per il rifugio Col Gallina in modo da passare per il lago di Limides per ammirare i suoi  giochi di luce e le Dolomiti che si specchiano nel bacino.

< \br>

Scopri tutto sulle mie escursioni

Fonte: volpidelvajolet.it – Autore: Luca Mattiello (Appassionato di Montagna)