Rifugio Barmasse

Sorge presso il Lago artificiale di Cignana a 2169 m., su un poggio in prossimità della testata occidentale della diga, accanto ad altri fabbricati risalenti al periodo di costruzione della stessa. Può essere punto di partenza per diverse escursioni nella zona e tappa nel percorso intervallivo n° 107, posto tappa dell’Alta Via 1 e trekking intervallivi attraverso il Col de Fort ed il Col de Valcorniere.

Gruppo Montuoso: Alpi Pennine – Gran Combin – Cervino (Italia)
Valle:  Valtournenche


DIFFICOLTÀ

[mks_highlight color=”#ffff66"]E – Itinerario Escursionistico[/[/mks_highlight]r> Itinerario che si svolge su terreni di ogni genere, oppure su evidenti tracce su terreno vario (pascoli, pietraie, detriti), di solito con segnalazioni. Possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua dove, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppa a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate. Può avere singoli passaggi, o tratti brevi su roccia, non esposti, non faticosi ne impegnativi, grazie alla presenza di attrezzature (cavi, scalette, pioli) che però non richiedono l’uso di equipaggiamento specifico (imbragatura, ecc). Richiede un certo senso d’orientamento, una certa conoscenza ed e esperienza di ambiente alpino, allenamento alla camminata, calzature ed equipaggiamento adeguati.

ALTRE INFORMAZIONI

Località di partenza: Valmartin
Quota di partenza:  1493 m | Dislivello: 676 m | Tempo di percorrenza: 2 ore
Periodo di Apertura:  Da metà Giugno a fine Settembre
Posti letto: 25 posti
Gestione:  L. Barmasse
Tel. +39 339 1083955

COME SI RAGGIUNGE

Nei pressi delle prime case di Valtournenche, seguite a sinistra la strada che scende alla frazione Valmartin (1495 mt.). Poco oltre alla chiesetta, ove è possibile trovare qualche posto per parcheggiare l’auto, si giunge ad una scala dove si trovano i segnavia che indicano l’inizio dell’itinerario. Si percorre l’interno del villaggio e giunti quasi al suo fondo, sulla destra, si sale sulla destra prendendo quota nel bosco. Il sentiero ben lastricato supera diversi muretti a secco ed i bivi per Maen e per Barmasse. Segue un tratto più pianeggiante del sentiero sino a raggiungere la stazione di pompaggio dell’Enel (centrale di Promeron). Proseguite e attraversate su di un ponte i binari a servizio della centrale e risalite il sentiero raggiungendo in breve tempo i ruderi di Falegnon. Il sentiero di fa per un tratto pianeggiante e in pochi minuti si giunge al bivio dal quale si stacca sulla sinistra il sentiero per il lago di Cortina e il villaggio di Mont Perron. Ignorare tale deviazione, proseguire oltrepassando un ponticello in legno e svoltare verso destra, sul sentiero che riprende a salire lungo il costone di destra che immette nella radura sottostante il muro di sbarramento della diga di Cignana. Giunti ai suoi piedi, aggirare al casa dei custodi e risalire la strada sterrata che conduce al Rifugio Barmasse (2169 mt.).
Fonte: theflintstones.it

ESCURSIONI
Santuario di Gilliarey | Lago Balanselmo | Lago del Piano Superiore | Lago del Dragone | Lago di Cortina | Bivacco Manenti | Rifugio Perucca Vuillermoz

TRAVERSATE
Finestra d’Ersa – Bivacco Tzan | Col de Fort – Bivacco Tzan | Bivacco Rivolta

ASCENSIONI
Punta Tzan | Dome di Tzan | Monte Pancherot

[m[mks_separator style=”solid” height=”1"]b>


[mks[mks_separator style=”solid” height=”1"]

Vedi tutti i rifugi della Valtournenche »

2 Condivisioni