Rifugio Boccalatte Gabriele e Piolti Mario

È posizionato su un isolotto roccioso posto tra il Ghiacciaio di Plampincieux ed il Ghiacciaio delle Grandes Jorasses; è posto a 2803 metri sul livello del mare. Sebbene sia aperto da giugno a settembre, a volte chiude in anticipo a causa della neve.

Gruppo Montuoso: Monte Bianco (Italia)
Valle:  Val Ferret

DIFFICOLTÀ

EE

Itinerario Escursionistico per esperti
Trattasi di sentiero o traccia su terreno sconnesso e/o scivoloso che può presentare anche tratti esposti; Percorsi con attraversamento di pietraia d’alta quota; Itinerari con tratti privi di segnalazioni e di punti di riferimento. Alcuni itinerari possono essere attrezzati con corde fisse o semplici tratte di ferrata.

ALTRE INFORMAZIONI
Località di partenza: località Planpincieux
Quota di partenza:  1579 m | Dislivello: 1224 m | Tempo di percorrenza: 3 ore
Periodo di Apertura: DAL 1 Luglio al 30 Settembre
Posti letto: 25 posti
Gestione:  Luciana Pandolfi
Tel. +39 0165 844070 | +39 039 878067



COME SI RAGGIUNGE


Dal parcheggio si procede verso il suo angolo di sinistra, incontrando un cartello indicatore giallo (segnavia 21), per il rifugio. Dopo 40 m s’incontra un bivio a destra che porta in una piccola strada attraverso il borghetto (freccia gialla). La mulattiera s’inoltra nel bosco, oltrepassando la cappelletta di Planpincieux, diventando poi un sentiero a tornanti. La traccia continua verso le seraccate, raggiunge un canale detritico, lo supera sulla destra ed entra in un secondo canale, stando sulla sinistra e poi guadando il rio relativo. Si continua in direzione di un’evidente cascata con passi di I-II grado. Si prosegue sul costolone di destra sino ad incontrare una scala metallica che agevola la salita di un camino (comunque facile). All’uscita vi è una corda usurata. Si continua su una dorsale morenica sino alla sommità. Si procede poi a sinistra fra i detriti in direzione delle balze su cui è visibile il rifugio. Giunti contro le placche si risale una rampa detritica a destra incontrando canaponi fissi che traversano a sinistra. Si seguono le corde sino ad un pulpito. Si sale poi a zig zag su percorso aereo sino alla terrazza sospesa sul ghiacciaio dove è posto il rifugio. È possibile concludere la gita oltrepassando entrata e toilette e continuando dietro al rifugio sulle corde fisse che portano al ghiacciaio dov’è sita la bandiera italiana e da cui si parte per le grandi scalate alpine.

Fonte: lovevda.it

ASCENSIONI
Punta Walker | Grandes Jorasses | Bivacco Canzio | Dome de Rochefort | Punta Margherita | Punta Whymper | Punta Elena | Punta Croz | Colle delle Grandes Jorasses

VEDI TUTTI I RIFUGI DELLA VAL FERRET »

MONTE BIANCOGRANDES JORASSES