Rifugio Federico in Dosdè

Sorge poco oltre l’Alpe Dosdè all’imbocco della Val Cantone di Dosdè a quota di 2133 m.s.l.m. Il nuovo rifugio, aperto al pubblico dall’inizio della corrente stagione estiva, è stato ricavato sul sedime di alcuni resti di una vecchia baita diroccata.

Gruppo Montuoso: Alpi Retiche Occidentali (Svizzera)
Valle: Val Grosina (Val Viola)


DIFFICOLTÀ

[mks_highlight color=”#ffff66″]T – Itinerario Turistico [/mks_highlight]

Itinerario su stradine, mulattiere o larghi sentieri, con percorsi non lunghi, ben evidenti che non pongono incertezze o problemi di orientamento. Si svolgono di solito sotto i 2000 metri. Richiedono una certa conoscenza dell’ambiente montano e una preparazione fisica alla camminata.

ALTRE INFORMAZIONI

Località di partenza: Arnoga | Parcheggio Val Viola
Quota di partenza:  1880 m – 2070 m |  Dislivello: 280 m – 80 m  |  Tempo di percorrenza: 1 ora e 30 minuti
Periodo di Apertura: da Giugno a Settembre e da Dicembre ad Aprile.
Posti letto: 30 posti
Gestione:  Adriano Greco – Guida Alpina
Tel. +39 340 4680054

COME SI RAGGIUNGE

Il rifugio Federico, in passato conosciuto anche come rifugio CAI Bormio, dal 2005 ha ricominciato a splendere nel bel mezzo dell’incantevole alpeggio della val Cantone di Dosdè, ottimamente gestito da Adriano Greco e famiglia. Punto di partenza per questa escursione è l’abitato di Arnoga (metri 1850 circa), raggiungibile lungo la Strada Statale 301 che sale verso il Passo del Foscagno e che di lì conduce poi a Livigno. Nei pressi dell’ampio tornante di Arnoga, ove vi è anche un ristorante, incontriamo la deviazione per la Val Viola Bormina e la seguiamo, prestando attenzione ad imboccare la strada che corre pianeggiante verso destra e non quella che, a sinistra, corre ben evidentemente in discesa (quest’ultima invece da imboccare per chi volesse percorrere a piedi l’intero itinerario, parcheggiando l’auto nel modesto parcheggio pochi metri oltre). Chi avesse deciso per la prima ipotesi potrà avvalersi dell’automobile per circa 5 km (nei mesi di luglio e agosto è necessario pagare un pass giornaliero di 3€ proprio all’imbocco della strada). La carrozzabile si addentra per un boschetto e in breve siamo al parcheggio in località Altumeira (m.2116). Lasciata l’auto, comincia l’escursione a piedi, sempre per l’ottima stradetta, adatta a tutti, che costeggia la riva sinistra orografica del torrente Bormida e sulla quale si affacciano alcune baite di montagna. Dopo circa 15 minuti di cammino, lasciamo la strada principale (che prosegue invece verso l’alta val Viola Bormina) e prendiamo a sinistra per una stradetta che scende verso in direzione della Val Cantone di Dosdè, passando per dolci collinette e prati fioriti. Il rifugio è già ben visibile sulla sinistra dell’ampio alpeggio che domina la val Cantone ma per raggiungerlo dobbiamo prima oltrepassare il torrente che scende dai laghetti della val Viola. Superiamo una casera adibita a produzione di formaggio e in pochi minuti siamo al rifugio (m. 2130). Abbiamo percorso circa 3 km dal parcheggio al rifugio, senza alcuna fatica, in circa tre quarti d’ora. Da qui si gode di uno splendido scenario e si respira pace e tranquillità. Dal rifugio è possibile salire verso la vedretta del Dosdè per visitare una grotta di ghiaccio molto particolare e affascinante. Sono inoltre disponibili nella zona alcuni monotiri e vie più lunghe per arrampicare. E’ un ottima meta anche per gli amanti della mountain-bike e dello scialpinismo. Maggiori informazioni presso il rifugio.
Fonte: waltellina.com | Autore: R. Moiola

TRAVERSATE
Bivacco Capanna Dosdè | Rifugio Malghera

ALPINISMO
Sasso di Conca (3150 m) | Cima di Lago Spalmo E (3291 m) | Cima di Lago Spalmo N (3356 m) | Cima Viola (3374 m) | Cima da Saoseo (3264 m)

[mks_separator style=”solid” height=”1″]


[mks_separator style=”solid” height=”1″]

Vedi tutti i rifugi della Val Grosina »

33 Condivisioni