Rifugio Forcola

Sorge a 2153 m. in Val Trafoi in aperta posizione panoramica.

Gruppo Montuoso: Alpi Venoste – Passirie – Sesvenna (Italia)
Valle:  Val Venosta – Valle di Trafoi


DIFFICOLTÀ

[mks_highlight color=”#ffff66"]E – Itinerario Escursionistico[/[/mks_highlight]span>
Itinerario che si svolge su terreni di ogni genere, oppure su evidenti tracce su terreno vario (pascoli, pietraie, detriti), di solito con segnalazioni. Possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua dove, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppa a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate.
Può avere singoli passaggi, o tratti brevi su roccia, non esposti, non faticosi ne impegnativi, grazie alla presenza di attrezzature (cavi, scalette, pioli) che però non richiedono l’uso di equipaggiamento specifico (imbragatura, ecc).
Richiede un certo senso d’orientamento, una certa conoscenza ed e esperienza di ambiente alpino, allenamento alla camminata, calzature ed equipaggiamento adeguati.

ALTRE INFORMAZIONI

Località di partenza: Trafoi
Quota di partenza:  1543 m | Dislivello: 610 m | Tempo di percorrenza: Il rifugio è raggiungibile in seggiovia. A piedi 1 ora e 30 minuti
Periodo di Apertura: Tutto l’anno
Posti letto: 120 posti
Gestione:  Privata
Tel. +39 0473 611577

COME SI RAGGIUNGE

Percorso da Trafoi
Il rifugio è anche raggiungibile in seggiovia da Trafoi. Il percorso escursionistico è invece il seguente: salire a piedi per il comodo sentiero che si sviluppa nei pressi dei cavi della seggiovia, dapprima salendo dritti nei prati a destra del Furkelbach, poi traversare a destra fino ad incontrare una strada sterrata che sale al rifugio.
Fonte: rifugi-bivacchi.com

Percorso dallo Stelvio
Dopo aver forse potuto osservare qualche animale all’interno del recinto dei cervi, iniziamo la nostra escursione percorrendo un piacevole sentiero nel bosco fino ad attraversare il Rio Platzbach vicino al limite della vegetazione arborea.
Da questo punto in poi il sentiero diventa più ripido e faticoso, in compenso però migliora il panorama. Dopo ca. un’ora e mezza raggiungiamo la Malga di Prato (2051) che offre una splendida vista sull’Ortles (3905) e sulle cime circostanti. L’ultima parte del sentiero (ca. mezz’ora) è anch’essa piuttosto impegnativa, ma la fatica viene ripagata da un panorama unico. Al Rifugio Forcola abbiamo la possibilità di riprendere le forze e di contare ed ammirare in pace le cime di 3000 metri. La via del ritorno ripercorre il sentiero dell’andata.
Fonte: sentres.com


ESCURSIONI
Passo Vallazza | Malga Prato | Malga Stelvio | Campo Piccolo | Piz Minschuns

TRAVERSATE
Passo dello Stelvio

[m[mks_separator style=”solid” height=”1"]strong>


[mks[mks_separator style=”solid” height=”1"]rong>

Vedi tutti i rifugi della Val Venosta »


10 Condivisioni