Rifugio Salmurano

Sorge in Valgerola nello stupendo anfiteatro del “”Pianone di Pescegallo”” a quota 1848 metri.

Gruppo Montuoso: Alpi Orobie Valtellinesi (Italia)
Valle:  Val Gerola


DIFFICOLTÀ

[mks_highlight color=”#ffff66"]T – Itinerario Turistico[/[/mks_highlight]span>
Itinerario su stradine, mulattiere o larghi sentieri, con percorsi non lunghi, ben evidenti che non pongono incertezze o problemi di orientamento. Si svolgono di solito sotto i 2000 metri. Richiedono una certa conoscenza dell’ambiente montano e una preparazione fisica alla camminata.

ALTRE INFORMAZIONI

Località di partenza: Pescegallo
Quota di partenza:  1460 m | Dislivello: 388 m | Tempo di percorrenza: 45 minuti
Periodo di Apertura: Da metà Maggio a metà Ottobre (consigliata prenotazione almeno nelle mezze stagioni, la data può variare a seconda della meteo) e dal 1 dicembre a fine aprile
Posti letto: 40 posti
Gestione:  Carlo Mazzoleni
Tel. +39 349 1137896 (rifugio) – +39 335 1619279 (gestore)
E-mail: info@rifugiosalmurano.com
Sito ufficiale: www.rifugiosalmurano.com

COME SI RAGGIUNGE

Il Rifugio Salmurano si trova in Valgerola a m. 1848 nello stupendo anfiteatro del “Pianone di Pescegallo” nel cuore del Parco delle Orobie Valtellinesi. Pescegallo è la stazione sciistica più vicina a Milano, dista infatti soli 130 Km. dal capoluogo lombardo e si raggiunge (lasciato Morbegno) percorrendo la comoda provinciale 7 per circa 20 Km.

Essendo il rifugio situato sulle piste da sci l’apertura avviene in concomitanza con l’inizio della stagione sciistica (solitamente da inizio dicembre a inizio maggio).

In estate invece il rifugio è aperto da metà giugno a metà settembre.

In questo periodo il rifugio è raggiungibile a piedi in 45 minuti partendo dal parcheggio della nuova seggiovia, l’arrivo della quale dista 30 metri dal rifugio, l’impianto di risalita funziona tutti i week-end di luglio e settembre e tutti i giorni nel mese di agosto.
Il rifugio è un ottimo punto di partenza per innumerevoli escursioni accessibili a tutti, il giro dei laghi della Valgerola, ascensione al Pizzo dei Tre Signori, al Pizzo Trona, al Passo S. Marco. Durante queste escursioni è facile l’incontro con la fauna tipica del Parco delle Orobie Valtellinesi (marmotte, caprioli, camosci, stambecchi, aquile reali……..). Si può inoltre assistere alla mungitura delle mucche e delle capre ed alla lavorazione del latte dal quale si ricava il famoso e rinomato formaggio Bitto tipico di questa valle.
E’ altresì possibile per gli appassionati di arrampicata effettuare ascensioni di varie difficoltà sulle placche dei “Denti della Vecchia” situate sull’imponente Rocca di Pescegallo che si trova a circa 15 minuti dal rifugio. Per i bambini e principianti è stata recentemente attrezzata una palestra di roccia in Val Tronella che dista circa 10 minuti dal rifugio.
Fonte: waltellina.com – Autore: R. Moiola


ELEMENTI DI INTERESSE
Palestre di roccia “DENTI DELLA VECCHIA” e “VAL TRONELLA”

ESCURSIONI
Rifugio Cesare Benigni | Cà S. Marco

[m[mks_separator style=”solid” height=”1"]strong>


[mks[mks_separator style=”solid” height=”1"]rong>

Vedi tutti i rifugi delle Valli del Bitto »



0 Condivisioni