Aiutateci a tenere pulite le nostre montagne!


Sempre più persone frequentano le nostre montagne e i rifiuti generati tenderanno ad aumentare. Per uno smaltimento eco-sostenibile, i rifiuti devono essere portati a valle. Molte capanne o rifugi alpini non sono raggiungibili con veicoli per cui il problema diventa ancora più importante e le soluzioni diventano sempre più costose.

Una gestione responsabile dei rifiuti in montagna da parte di tutti noi è questione di buon senso. Possiamo dare un contributo, per…

  1. … produrre meno rifiuti

    Cerchiamo di ridurre la quantità di rifiuti e non abbandoniamoli nella natura (littering). Diamo un valido contributo se portiamo a casa i nostri rifiuti.
    Per le capanne senza accesso veicolare, smaltire correttamente i rifiuti vuol dire farli trasportare a valle con l’elicottero. Un rifiuto abbandonato nella natura impiega troppo tempo per decomporsi: un semplice mozzicone di sigaretta impiega da 1 a 5 anni, una lattina da 20 a 100 anni. Anche una buccia di banana, benché biodegradabile, impiega due mesi a decomporsi. I rifiuti abbandonati, rovinano il paesaggio, inquinano e possono rappresentare un serio pericolo per gli animali.

  2. … ridurre i costi

    I gestori delle capanne non raggiungibili con strade carrozzabili, devono trasportare i rifiuti a valle con l’elicottero o, in alcuni casi, a piedi. I costi ovviamente ricadono sulle capanne e anche sugli utenti. Se ognuno di noi riporta i propri rifiuti a valle, ci guadagniamo tutti!

  3. … diventare pionieri

    Ognuno può dare il proprio contributo, partendo anche da piccole azioni. Magari una vostra semplice idea “contagerà” altri. Avete soluzioni innovative da condividere? Il miglior insegnamento è il buon esempio: diventate pionieri della tutela dell’ambiente anche in alta quota!

  4. … smaltire in modo responsabile

    Gestire i rifiuti in alta montagna non è semplice. Il gestore deve stoccare i rifiuti per molto tempo e assicurarne il trasporto a valle. Il gestore si impegna a produrre pochi rifiuti e anche voi potete dare il vostro contributo. Meritate tanti ringraziamenti se porterete a casa i vostri rifiuti, per poi smaltirli correttamente!

  5. … evitare… spiacevoli ingorghi

    Il gabinetto “ingoia” solo i nostri scarti fisiologici (ci siamo capiti!) e la carta igenica, nient’altro! Un gabinetto intasato è una spiacevole sorpresa sia per i frequentatori della capanna, sia per lo sfortunato gestore. Inoltre, i servizi igienici e l’acqua corrente nelle capanne alpine sono un piacevole comfort, ma usano risorse ed hanno un’impatto ambientale significativo. Cerchiamo di ridurlo. Dalle capanne non partono i tubi della fognatura che arrivano al depuratore, ma ci sono fosse settiche. Queste fosse o pozzi perdenti “perdono” i liquidi, ma trattengono tutto il resto. Limitare la quantità di acqua consumata e sapere che il gabinetto non è una pattumiera ha ancora più senso in alta quota! Quello che buttate nella tazza, se non si decompone, finirà per intasare il pozzo perdente e rappresenterà dei costi, oltre che un inquinamento. In alta quota l’acqua è spesso risorsa rara. Pensateci bene quando fate la doccia o vi lavate e vi scoprirete orgogliosi di esser stati parsimoniosi consumando solo il minimo di acqua e di sapone necessari. Certo, perchè sapone e shampoo vanno a finire nel pozzo perdente e si disperderanno nell’ambiente circostante.

  6. …preparare uno zaino “furbo”

    Uno zaino leggero che contenga solo le cose indispensabili è la miglior soluzione. Se evitate inutili imballaggi o oggetti pesanti come bottiglie di vetro o grossi contenitori di plastica, evitate peso e tanta fatica inutile! In ogni caso gli imballaggi pieni che avete messo nello zaino alla partenza, ritroveranno il loro stesso posto per essere riportati vuoti a casa. Magari trovate pure un piccolo spazio ed un sacchetto di plastica per raccogliere i rifiuti abbandonati da escursionisti poco rispettosi o distratti che hanno lasciato tracce del loro passaggio!

  7. … prestazioni da veri campioni

    Un bel giro in montagna, pedalando, correndo, camminando è anche una bella impresa sportiva. Una prestazione da veri campioni lascia dietro di sé il ricordo dell’impresa, mai i rifiuti! I veri campioni rispettano la montagna e la natura!

Fonte: testi tratti da www.montagnepulite.ch