Rifugio Motta

Sorge sul crestone occidentale del Monte Motta a 2180 m, poco sotto la vetta e a pochi passi dal tracciato della pista rossa che scende al’arrivo della funivia Snow Eagle.

Gruppo Montuoso: Bernina – Disgrazia (Italia)
Valle: Valmalenco

DIFFICOLTÀ

E

Itinerario Escursionistico Itinerario che si svolge su terreni di ogni genere, oppure su evidenti tracce su terreno vario (pascoli, pietraie, detriti), di solito con segnalazioni. Possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua dove, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppa a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate. Può avere singoli passaggi, o tratti brevi su roccia, non esposti, non faticosi ne impegnativi, grazie alla presenza di attrezzature (cavi, scalette, pioli) che però non richiedono l’uso di equipaggiamento specifico (imbragatura, ecc). Richiede un certo senso d’orientamento, una certa conoscenza ed e esperienza di ambiente alpino, allenamento alla camminata, calzature ed equipaggiamento adeguati.

ALTRE INFORMAZIONI Località di partenza: San Giuseppe oppure Dalla Funivia Snow Eagle Quota di partenza:  1530 m o 2045 m (funivia)  |  Dislivello: 650 m o 130 m (dalla funivia)  |  Tempo di percorrenza: 2 ore e 30 minuti oppure dalla funivia 30 minuti Periodo di Apertura: Stagione invernale e Stagione estiva Posti letto: 25 posti Gestione:  Pedrolini Paola Tel. +39 0342 451406 Itinerario Sintetico: 1. San Giuseppe (m 1530) | 2. Rifugio Barchi (m 1750) | 3. Scuola di Sci (m 2000) | 4. Rifugio Motta (m 2180)

COME SI RAGGIUNGE

Il rifugio si trova nei pressi dell’ Alpe Motta (m. 2180), nel comune di Chiesa Valmalenco. E’ raggiungibile partendo da diverse località. 1. Da S.Giuseppe si segue un sentiero che devia dalla località “Barchi” e segue da qui piste da sci e sentiero segnalato (ore 2.30). 2. Dall’arrivo della funivia Chiesa Valmalenco-Palù si scende al rifugio in 30 minuti, seguendo la pista “Blu” che scende dal Monte Motta-Sasso Alto. 3. Da Campo Franscia, nel comune di Lanzada, si segue un sentiero segnalato che si snoda a Sud del monte Motta (ore 2.30). 4. Dalla strada che da Lanzada porta a Franscia si stacca, in corrispondenza dell’ultimo tornante, a quota 1300 metri circa, una strada sterrata con segnalazione per Ponte – Cima Sassa; lasciata la macchina in corrispondenza di questo tornante, si prosegue su tale strada fino alla località Ponte, dove si trova il rifugio omonimo. Da qui si devia ad est verso cima Sassa (m.1721) e poi in direzione nord-ovest con una lunga traversata nel bosco ed un ultimo tratto su roccette un po’ esposte, con presenza di corde fisse (2 ore e mezza circa). 5. Un altro itinerario che passa dal Rifugio Ponte è quello che parte dalla frazione Curlo di Chiesa. Dal parcheggio, alla fine della strada, si prende un sentiero sulla destra che attraversa i resti di una vecchia frana e, aggirato un masso erratico, prosegue nel bosco fino ad una baita, oltre la quale, lungo un crinale morenico, in poco tempo si giunge a Ponte (ore 1.30). Da qui un’altra ora ci porta al rifugio Motta. 6. Dal Lago Palù, in 30 minuti circa, con direzione sud, si raggiunge il rifugio su sentiero segnalato. Fonte: waltellina.com  |   Autore: Luciano Bruseghini SCARICA TRACCIA GPX

RIFUGI NELLE VICINANZE
Rifugio PalùRifugio Barchi | Rifugio Ponte

ESCURSIONI
Lago Palù | Sasso Alto

ELEMENTI DI INTERESSE
Nei pressi del rifugio si può praticare l’arrampicata su strutture e falesie, e spesso si effettuano corsi di roccia.

VEDI TUTTI I RIFUGI DELLA VALMALENCO »


BARCHILAGO PALÙPIZZO BERNINA
278 Condivisioni