Rifugio Regina Margherita

ga('create', 'UA-56121339-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');


La capanna Regina Margherita si trova sulla Punta Gnifetti a 4556 m. del massiccio del Monte Rosa. Ben visibile anche dal fondo valle, si impone allo sguardo di chiunque guardi verso le vette.
E’ il rifugio più alto d’Europa e ospita un importante laboratorio adibito alla ricerca scientifica ed è dedicato alla regina Margherita di Savoia che vi pernottò nel 1893, anno dell’inaugurazione.

Gruppo Montuoso: Monte Rosa (Italia)
Valle: Valsesia


DIFFICOLTÀ

[mks_highlight color=”#ffff66"]AR – Salita alpinistica su neve e ghiaccio con difficoltà fino al III grado [/[/mks_highlight]p>Salita alpinistica su neve e ghiaccio, affronta pendenze superiori ai 35°, creste e canali ghiacciati, richiede attrezzatura da arrampicata e da ghiaccio (corda, imbrago, rinvii, moschettoni, nuts e friends, eventuali chiodi da ghiaccio, piccozza, ramponi, caschetto da roccia), necessita di esperienza, capacità di valutazione ed allenamento.

ALTRE INFORMAZIONI

Località di partenza: Rifugio Gnifetti
Quota di partenza:  3611 m  |  Dislivello: 950 m  |  Tempo di percorrenza: 4 ore
Periodo di Apertura: Metà Giugno a metà Settembre
Posti letto: 70 posti – 12 nel periodo invernale
Gestione:  CAI Sezione di Varallo
Tel. +39 0163 91039

COME SI RAGGIUNGE

Percorso 1
Dal Rifugio Gnifetti si sale una ripida rampa del ghiacciaio e si passa a poca distanza del versante W della Pyramide Vincent. Si lascia a destra il valloncello che sale al Colle Vincent, e si prosegue fino alta cresta di confine, che si valica un po’ a destra e circa 70 m più in alto del Colle del Lys. Si traversa ai piedi della Punta Parrot, rimontando l’ampio vallone glaciale che sale al Colle Sesia, con una diagonale ai piedi dei seracchi della Punta Gnifetti. Nei pressi del Colle Gnifetti, si torna verso destra per ampi dossi, poi, un breve ma ripido pendio porta alla Punta Gnifetti e alla capanna.

Percorso 2
Da Alagna Valsesia, impianti di risalita per il Passo dei Salati formati da 2 tratti: la telecabina (primo tratto) fi no a Pianalunga e poi la nuova funivia Funifor. Dirigersi poi verso la stazione d’arrivo della telecabina che sale da Gressoney, e a destra si prende il sentiero che prosegue con un breve tratto attrezzato (corde fi sse). Raggirare a sinistra la base dello Stolengerg (corde fi sse). Raggiungere la vecchia stazione di Punta Indren, proseguire verso il ghiacciai di Indren su tratto pietroso e attraversarlo. Con la traccia bassa proseguire in piano fi no al termine del Ghiacciaio, oltrepassare una pietraia, e in breve raggiungere il Rifugio Città di Mantova. Terminata la neve procediamo con un sentiero di misto (terra, pietre e neve) che dopo alcuni tornanti giunge alla base di un breve passaggio attrezzato (corde fi sse). Raggiungere sommità, deviare a sinistra verso la capanna Gnifetti. Pochi metri prima di giungere alla Capanna Gnifetti lasciare la traccia e se è battuta prendere quella che sale a destra sul ripido pendio nevoso. In sua assenza si può puntare diritti verso l’alto sul pendio. In breve ci si trova in una grande conca del Ghiacciaio e da qui la traccia (in condizioni normali) è evidente. Attenzione ai crepacci e attraversata la conca una ripida salita con alla destra la Piramide Vincent, il Balmenhorn (con il Bivacco Giordano) e la statua del Cristo delle Vette. Si prosegue fi no al Colle del Lys. Lasciata a destra anche la Ludwigshohe seguire la traccia che scende leggermente e poi in piano prosegue costeggiando la Parrot, riprende poi la salita leggermente a sinistra e poi diritta verso l’alto. Alla fi ne di quest’altra ripida salita si è al Colle Gnifetti, da qui a destra in diagonale e poi a sinistra per arrivare al pianoro antistante la Capanna. L’ultimo tratto in diagonale destra e poi sinistra ci permette di arrivare al pianoro (con la bandiera) antistante la Capanna Regina Margherita, ore 6 (circa). Da Gressoney, località Staffal, prendere gli impianti di risalita per il Passo dei Salati. La prima telecabina raggiunge la stazione intermedia dell’Alpe Gabiet a pochi minuti dal Lago del Gabiet. La seconda telecabina raggiunge direttamente il Passo dei Salati. Cominciamo subito, appena scesi dalla telecabina, la salita alla nostra sinistra. Da questo punto il nostro cammino prosegue come sopra descritto nell’accesso da Alagna Valsesia. Da dicembre 2009 è entrato in funzione il secondo tratto della funivia “Funifor”, che collega il Passo Salati, 2970 m, alle immediate vicinanze di Punta Indren. Percorre una distanza in linea d’aria di 1582 m in 4 minuti e 54 per raggiungere il Ghiacciaio di Indren, 3275 m. Trasporta 740 persone all’ora con 2 cabine da 60 posti caduna in piedi. Questo impianto permette di evitare il passaggio critico dello Stolemberg risparmiando circa 1 ora e 45 minuti di cammino. L’impianto segue un nuovo tracciato di risalita e percorre su territorio valdostano la zona di confi ne con il lato piemontese del Comprensorio Sciistico Monterosa Ski.
Fonte: rifugiinpiemonte.it

TRAVERSATE
Rifugio G. Gnifetti | Rifugio Sella | Monte Rosa Hutte.

ALPINISMO
Tutte le vette centrali del Monte Rosa, Parrot, Lyskamm, Zumstein, Dufour

[m[mks_separator style=”solid” height=”1"]b>


[mks[mks_separator style=”solid” height=”1"]

Vedi tutti i rifugi della Valsesia »