Ex Rifugio Desio

Sorge al passo di Corna Rossa, sul versante della Valmalenco a quota 2836 metri. Esso facilita parecchie vie interessanti al Monte Disgrazia e la salita ai Corni Bruciati. Dal Passo di Corna Rossa, subito sopra il rifugio si può ammirare una stupenda veduta del Monte Disgrazia e sui monti alla testata della Val Masino.

Gruppo Montuoso: Bernina – Disgrazia (Italia)
Valle: Valmalenco



DIFFICOLTÀ

EE

Itinerario Escursionistico per Esperti
Itinerario generalmente segnalato ma che richiede capacità di muoversi su terreni particolari. Sentieri o tracce su terreno impervi e infido (pendii ripidi, scivolosi di erba, misti di rocce ed erba, roccia, detriti). Terreno vario, a quote relativamente elevate (pietraie, brevi nevai non ripidi, pendii aperti senza punti di riferimento, ecc). Tratti rocciosi, con lievi difficoltà tecniche (percorsi attrezzati, vie ferrate fra quelle di minor impegno). Restano esclusi i percorsi su ghiacciai, anche se pianeggianti e/o all’apparenza senza crepacci. Necessita di esperienza di montagna in generale e buona conoscenza dell’ambiente alpino; passo sicuro e assenza di vertigini; equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguati. Per i percorsi attrezzati è inoltre necessario conoscere l’uso dei dispositivi di autoassicurazione (moschettoni, dissipatore, imbrago, ecc).

ALTRE INFORMAZIONI
Località di partenza: Rifugio Bosio
Quota di partenza:  2086 m  |  Dislivello: 750 m  |  Tempo di percorrenza: 2 ore e 30 minuti
Periodo di Apertura: Chiuso
Posti letto: n.d.
Gestione:  Inagibile dal 2001
Tel. n.d.
Itinerario Sintetico: 1. Rifugio Bosio (m 2086) | 2. Passo di Corna Rossa (m 2836)

COME SI RAGGIUNGE


Il rifugio si trova al Passo di Corna Rossa (m.2836), sul gruppo del Disgrazia, nel comune di Torre S.Maria, ed è raggiungibile dal rifugio Bosio all’Alpe Airale per sentiero abbastanza ripido (ore 2.30) o attraverso la Val Masino, dalla piana di Preda Rossa (Valmasino), con sentiero che parte si stacca a destra dal rifugio Ponti, supera la grande morena centrale della valle di Preda Rossa, attraversa un nevaio e si inerpica sul versante occidentale della costiera che scende dalla punta di Corna Rossa (il sentiero è qui, in alcuni punti, reso più sicuro dalla presenza di corde fisse; richiede comunque cautela, soprattutto in alcuni punti esposti, ed è reso insidioso dalla presenza di sassi mobili).
Il rifugio trae il suo nome dalla cittadina di Desio, in provincia di Milano, perchè ne è Proprietària la locale sezione del CAI. Esso è situato proprio su una cresta che divide le due valli più visitate dal turismo per quanto riguarda la medio-bassa Valtellina, cioè la Val Masino e la Valmalenco. Venne eretto nel 1924 ed all’inizio, proprio per via della sua ubicazione, venne chiamato rifugio Corna Rossa. E’ stato poi modificato il nome e nel 1970 sono stati apportati notevoli lavori di ristrutturazione.
Tempo permettendo, a queste quote, il panorama offerto lascia intravedere a Est la valle Airale, che confluisce nella val Torreggio (rifugio Bosio) e quindi nella Valmalenco, a Sud-Ovest la zona del rifugio Ponti e, più a Nord, la via di salita al Monte Disgrazia (3678 m), lungo l’itinerario più classico e frequentato dagli alpinisti di tutto il mondo (parete Sud-Ovest). A Sud, invece, s’innalzano le ripide rocce dei Corni Bruciati, meta classica per gli arrampicatori.
Le abbondanti nevicate dell’inverno 2000/2001 compromisero la stabilità e quindi la sicurezza della struttura. Venne quindi dichiarato inagibile, sperando in eventuali lavori di consolidamento sperando di poter restituire la struttura alla sua vecchia funzione.
Fonte: waltellina.com  |   Autore: R. Moiola

SCARICA TRACCIA GPX

ELEMENTI DI INTERESSE
Monte Disgrazia | Corni Bruciati

ESCURSIONI
Rifugio Ponti

VEDI TUTTI I RIFUGI DELLA VALMALENCO »

MONTE DISGRAZIACORNA ROSSAPREDA ROSSA

1 Condivisioni