Ex Rifugio Scerscen

Sorge alla Vedretta di Scerscen Inferiore a quota 2957 metri. Il rifugio attualmente è chiuso. In passato si praticava sci estivo ma, visto il generale ritirarsi dei ghiacciai, il destino è stato segnato anche per esso. Quindi lo si è voluto indicare solo in qualità di riferimento per una eventuale gita.

Gruppo Montuoso: Bernina – Disgrazia (Italia)
Valle: Valmalenco



DIFFICOLTÀ

EE

Itinerario Escursionistico per esperti
Itinerario generalmente segnalato ma che richiede capacità di muoversi su terreni particolari. Sentieri o tracce su terreno impervi e infido (pendii ripidi, scivolosi di erba, misti di rocce ed erba, roccia, detriti). Terreno vario, a quote relativamente elevate (pietraie, brevi nevai non ripidi, pendii aperti senza punti di riferimento, ecc). Tratti rocciosi, con lievi difficoltà tecniche (percorsi attrezzati, vie ferrate fra quelle di minor impegno). Restano esclusi i percorsi su ghiacciai, anche se pianeggianti e/o all’apparenza senza crepacci. Necessita di esperienza di montagna in generale e buona conoscenza dell’ambiente alpino; passo sicuro e assenza di vertigini; equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguati. Per i percorsi attrezzati è inoltre necessario conoscere l’uso dei dispositivi di autoassicurazione (moschettoni, dissipatore, imbrago, ecc).

ALTRE INFORMAZIONI
Località di partenza: San Giuseppe
Quota di partenza:  1530 m  |  Dislivello: 1427 m  |  Tempo di percorrenza: 4 ore
Periodo di Apertura: Chiuso
Posti letto: n.d.
Gestione:  n.d.
Tel. n.d.

COME SI RAGGIUNGE


Il rifugio si trova ai piedi della Sassa d’Entova, nel comune di Chiesa Valmalenco; è raggiungibile partendo da San Giuseppe (alcuni km dopo Chiesa in direzione Chiareggio). Una strada sterrata che da qui sale ci guiderà fino quasi al rifugio (da notare che la strada è però chiusa sin dalla località Prati della Costa m.1600, poco dopo S.Giuseppe). Passiamo dapprima per la località Bracciascia, saliamo poi fino ad incontrare l’Alpe Entova (m.1917) e giungiamo dopo aver fatto alcuni tornanti (oppure dopo aver preso una scorciatoia che accorcia un pò di strada) nel luogo in cui la nostra strada incrocia il tracciato del Sentiero Italia (Alta Via della Valmalenco, giornata n.4). Qui non siamo molto distanti dal rifugio Longoni, che però sorge a sinistra, in direzione opposta rispetto alla nostra meta. Proseguendo quindi verso Est ci troviamo a percorrere un tratto dell’Alta Via. Quando questo ci lascia, in direzione del Lago Palù, noi continuiamo lungo il nostro tratturo che termina a circa 2800 metri di quota; l’ultimo corto tratto diventa sentiero. In tutto impieghiamo dalle 3 alle 4 ore. Partendo invece dal rifugio Marinelli-Bombardieri possiamo giungere al rifugio Entova dopo essere saliti per circa 3 ore per ghiacciai e morene della Vedretta Scerscen Inferiore (tracciato per esperti). Il rifugio è in un’ottima posizione panoramica, tale da essere uno dei punti più belli per dare uno sguardo al Bernina e le altre cime del gruppo.
Fonte: waltellina.com  |   Autore: R. Moiola

SCARICA TRACCIA GPX

RIFUGI NELLE VICINANZE
Rifugio Longoni | Rifugio Lago Palù

ALPINISMO
Sassa d’Entova

VEDI TUTTI I RIFUGI DELLA VALMALENCO »

PIZZO BERNINACHIAREGGIOMONTE DISGRAZIAGHIACCIAIO SCERSCEN