Rifugio A.N.A. Casa dell’alpino

Situato in posizione panoramica a 1250 m. con vista sulla val Grande e sulle cime del Monte Rosa che sbucano all’orizzonte.

Gruppo Montuoso: Alpi Lepontine – Ossola S. (Italia)
Valle: Val Grande – Val Pogallo


DIFFICOLTÀ

[mks_highlight color=”#ffff66″]E – Itinerario Escursionistico[/mks_highlight]
Itinerario che si svolge su terreni di ogni genere, oppure su evidenti tracce su terreno vario (pascoli, pietraie, detriti), di solito con segnalazioni. Possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua dove, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppa a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate.
Può avere singoli passaggi, o tratti brevi su roccia, non esposti, non faticosi ne impegnativi, grazie alla presenza di attrezzature (cavi, scalette, pioli) che però non richiedono l’uso di equipaggiamento specifico (imbragatura, ecc).
Richiede un certo senso d’orientamento, una certa conoscenza ed e esperienza di ambiente alpino, allenamento alla camminata, calzature ed equipaggiamento adeguati.

ALTRE INFORMAZIONI

Località di partenza: Frazione Cicogna – Cossogno (VB)
Quota di partenza:  732 m | Dislivello: 518 m | Tempo di percorrenza: 1 ora e 30 minuti
Periodo di Apertura: Tutto l’anno – Il rifugio viene aperto solo per gruppi e su prenotazione presso la sede ANA
Posti letto: 15 posti
Gestione:  Associazione Nazionale Alpini – Sez.di INTRA
Tel. +39 0323 53326 – +39 0323 571329 | cell. +39 339 2669347

COME SI RAGGIUNGE

A Cicogna, dalla piazzetta della chiesa, accanto alla bacheca informativa del Parco Nazionale Val Grande, s’imbocca un’ampia mulattiera che sale tra le case e, ad un bivio, procede sulla destra.
Il percorso sale con regolari tornanti tra enormi castagni e vestigia di antichi terrazzamenti agricoli. Raggiunto la località “Roccolo”, pochi rustici affacciati sulla Val Pogallo, si prosegue fino ad uscire dal bosco e a gettare lo sguardo sulla bassa Val Grande.
Tra rocce affioranti e cespugli di ginestre si arriva in prossimità dei prati abbandonati dell’alpe Prà (m 1250, ore 1,30). Lasciare la bella mulattiera lastricata e scendere a sinistra ai ruderi dell’alpeggio, dove in posizione aggettante sulla valle domina il masso coppellato. Ritornare alla mulattiera e salire fino al soprastante Rifugio ANA “Casa dell’Alpino” (apertura stagionale). Subito alle spalle del rifugio, proseguire addentrandosi in una faggeta, fino a raggiungere un intaglio nella roccia che permette il passaggio sul versante opposto della valle. Ancora un centinaio di metri e compare il pascolo abbandonato dell’alpe Leciuri (m 1311), con la lontana Pogallo che fa capolino dal fondo della valle. Tutt’intorno il panorama spazia dalla Cima della Laurasca al Monte Torrione, allo Zeda e alla Marona, per chiudersi alla Colma di Cossogno passando dal Pizzo Pernice. Da qui si può ritornare sui propri passi e ridiscendere a Cicogna dallo stesso sentiero dell’andata oppure proseguire compiendo un percorso ad anello, che passando da Pogallo, riporta a Cicogna lungo una bella mulattiera con scorci sul sottostante rio Pogallo.

Fonte: parcovalgrande.it


TRAVERSATE
Sentiero Bove (Cicogna – Velina – Bignugno in 3 gg | difficoltà EE)

ESCURSIONI
Alpe Leciuri | Colma di Belmello | Cima Sasso

[mks_separator style=”solid” height=”1″]


[mks_separator style=”solid” height=”1″]

Vedi tutti i rifugi della Val Grande »