Rifugio non custodito Redasco

Il Rifugio Redasco è situato a 1976 m. all’inizio della Val Quintena, una valle laterale a est della Val Grosina.

Gruppo Montuoso: Alpi Retiche Occidentali (Svizzera)
Valle: Val Grosina (Val Viola)

[accordion]
[toggle title=”DIFFICOLTÀ” state=”opened”]
[mks_highlight color=”#ffff66″]E – Itinerario Escursionistico [/mks_highlight]
Itinerario che si svolge su terreni di ogni genere, oppure su evidenti tracce su terreno vario (pascoli, pietraie, detriti), di solito con segnalazioni. Possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua dove, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppa a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate. Può avere singoli passaggi, o tratti brevi su roccia, non esposti, non faticosi ne impegnativi, grazie alla presenza di attrezzature (cavi, scalette, pioli) che però non richiedono l’uso di equipaggiamento specifico (imbragatura, ecc). Richiede un certo senso d’orientamento, una certa conoscenza ed e esperienza di ambiente alpino, allenamento alla camminata, calzature ed equipaggiamento adeguati.
[/toggle]

[toggle title=”ALTRE INFORMAZIONI”]

Località di partenza: Rifugio Eita
Quota di partenza:  1703 m | Dislivello: 270 m  |  Tempo di percorrenza: 1 ora
Periodo di Apertura: Il rifugio è in fase di sistrutturazione e messa in regola
Posti letto: 9 posti
Gestione:  CAI Sezione di Sondalo
Tel. +39 0342 801816
[/toggle]

[toggle title=”COME SI RAGGIUNGE”]

Dalla Val Grosina: raggiunto il Pont del Fulìn (m.1255), poco oltre Fusino, si prende la mulattiera che si snoda sulla sponda sinistra idrografica e la si segue sino alla località Piata Zora (Piatta di Sopra, m.1548). Da qui, prendendo il sentiero di destra, si raggiungono i Baiti di Ros (Baite dei Rossi, m.1878) dai quali, volgendo a Sud-Est per circa un chilometro, e risaliti leggermente, si perviene all’Alpe di Redàsch, dove si trova l’omonimo Rifugio. Ore 2; dislivello 720 metri.

Da Sondalo: raggiunto l’abitato di Sommacologna (m.1033) si risalgono, su sentiero, le pendici meridionali del M. Fo in direzione del Pas de la Forcula. Superate le Baite de Résnéna e di Fo il sentiero, a tratti ripido, conduce al Passo sopracitato (m.2208). Da qui, dopo breve discesa in Val Andégon, la traccia contorna, in quota, il versante occidentale del M. Fo e , dopo circa un chilometro e mezzo, raggiunge l’Alpeggio di Redàsch (m.1976). Ore 4 – 4.30; dislivello 1200 metri.

Il Rifugio rappresenta una felice ristrutturazione (esempio da seguire) di una tipica baita di montagna adiacente all’omonimo alpeggio, di proprietà del Comune di Sondalo, a breve distanza dal torrentello che scende dalla Val dei Puntésèl. Questa vasta alpe ricca di circa tre km quadrati di pascoli, è sita sul fianco sinistro del ramo di Eita della Val Grosina, di cui idrograficamente fa parte, e fu oggetto nei secoli passati di una contrastata diatriba che iniziò nel 1339, quando per la prima volta si tentò di fissare i confini tra i Comuni di Sondalo e Grosio i quali, entrambi, probabilmente vi monticavano da sempre.

Fonte: waltellina.com | Autore: G. Meneghello

[/toggle]

[/accordion]

TRAVERSATE
Passo della Forcola

ALPINISMO
Monte Storile (2471 m)

[mks_separator style=”solid” height=”1″]


[mks_separator style=”solid” height=”1″]

Vedi tutti i rifugi della Val Grosina »



0 Condivisioni